Chimica o Atomica? – Razione ILZ

Se le armi chimiche fossero messe al bando, tutti quanti noi diremmo: giusto, finalmente! Ma se invece una chimica aggressiva rappresentasse l’unica soluzione per fronteggiare gli zombie, ovvero quelle persone infettate da un virus capace di trasformarle da umani a predatori voraci, violenti ed instancabili?

Tutti i moderni studi di strategia militare dimostrano che le armi atomiche sono da considerarsi obsolete. Sono figlie ormai decrepite della guerra fredda, per nulla funzionali al raggiungimento di nessun obiettivo concreto che sia diverso dall’annientamento di tutto ciò su cui si abbattono, generando solo l’olocausto totale. Funzionali solo alla dimostrazione di “chi ce l’ha più lungo”, ma a conti fatti nessuno sano di mente si sognerebbe di usarle veramente. Infatti la distruzione delle infrastrutture e il perdurare nel tempo della scia di morte a causa delle radiazioni, renderebbero inabitabili per moltissimi anni le zone colpite, e se usate in larga scala la zona invivibile sarebbe l’intero nostro e unico pianeta, la vecchia e amata Madre Terra. Quindi un eventuale vincitore (ci sarebbe?) non se ne farebbe niente di una landa desolata e contaminata.

continua qui: Chimica o Atomica? – Razione ILZ

#TWD stagione 7 – episodio 04 – I Love Zombie

Combo micidiale, Michele Borgogni ed il nostro defeale recensiscono la quarta puntata della settima stagione di #TWD. BASTA CON LE CRITICHE INGENEROSE !!!     È vero, il quarto episodio della settima stagione di The Walking Dead non è stato esattamente il più coinvolgente della storia, ma ci sono delle attenuanti, no? Riempire dieci ore […]

Sorgente: TWD stagione 7 – episodio 04 – I Love Zombie

TWD stagione 7 – episodio 03 – I Love Zombie

Combo micidiale, Michele Borgogni ed il nostro defeale recensiscono la terza puntata della settima stagione di #TWD. MAKE DARYL DIXON BADASS AGAIN!   Da quanto tempo il nostro “balestrato” amico Daryl Dixon non tirava fuori veramente le palle? Due stagioni, tre? Finalmente nel terzo episodio della settima stagione, intitolato The Cell, rivediamo in lui quello […]

Sorgente: TWD stagione 7 – episodio 03 – I Love Zombie

Milano mini-tour – L’ossario di San Bernardino alle Ossa con sosta da Jarit, il ristorante sotto vetro. — A Milano Puoi

Trovare in ambito artistico-culturale le piccole meraviglie di Milano non è cosa semplicissima. Ma oltre ai Giganti del Duomo, del Castello Sforzesco&co ci sono piccole bellezze nascoste. Mangiare bene e trovare i posti giusti è importante, ma lo è ancora di più godersi la città a 360 gradi. E se hai un amico che conosce […]

via Milano mini-tour – L’ossario di San Bernardino alle Ossa con sosta da Jarit, il ristorante sotto vetro. — A Milano Puoi

Napoli, sfonda la vetrata dell’obitorio con l’auto per vedere parente deceduta

– BREAKING NEWS –

DIETRO LE QUINTE – Si apprende da fonti governative che l’incidente ha disattivato il sistema di contenimento dei defunti dandogli libertà di movimento.

La situazione è degenerata in brevissimo tempo. Gli zombie hanno incominciato ad aggredire i parenti che erano in visita. Nonostante il tentativo di fuga, le stesse fonti riferiscono che diverse persone sono state colte alla sprovvista dall’orda e sono rimaste gravemente ferite. Purtroppo per loro, dopo pochi minuti presentavano già i sintomi dell’infezione.

Solo il rapido intervento della squadra NBC, allertata dal sistema d’allarme, ha permesso di “neutralizzarli” e di ripristinare l’ordine.

Al momento l’orda è stata riportata sotto la custodia del Governo all’interno dell’area di contenimento. La notizia naturalmente verrà insabbiata e non vi diranno niente su quello che è realmente accaduto.

(Joe Complott)

Sorgente: Napoli, sfonda la vetrata dell’obitorio con l’auto per vedere parente deceduta

Diga Zombie by www.ilovezombie.it

diga zombie

Il 3 settembre 2017 l’esercito Zeta si spinge fino al confine est europeo e comincia a mietere vittime tra civili e soldati, reclutando nelle sue fila migliaia di sopravvissuti in fuga.

Dalle voci che circolano potrebbe essere che questa,  situazione sia stata ingigantita dagli osservatori posizionati lungo la linea di protezione e da alcuni elementi dei governi più esagitati, Stati Uniti e Russia in primis. L’idea sarebbe quella di guadagnarsi maggiore sostegno da parte dell’ONU e della comunità internazionale in generale per un intervento su larga scala.

Tuttavia lo stesso giorno, il mio plotone – i tiratori scelti del 9º Reggimento d’assalto incursori paracadutisti “Col Moschin” – è messo in preallarme. Al momento siamo al BAI di Pisa, la Base Addestramento Incursori all’interno del parco regionale di San Rossore.

Non appena ci giunge la notizia dell’aggravarsi della situazione al confine, ci mettiamo in fila presso il deposito munizioni della base per fare scorta, poi tappa dal barbiere per il taglio tattico.

Una squadra logistica viene spedita a fare compere al centro commerciale poco distante la base. Dobbiamo festeggiare la nostra partenza e soprattutto caricarci per bene. Quindi una montagna di birra, damigiane di vino scadente e vecchi film a tema da guardare in dvd. Vanno per la maggiore “28 giorni dopo” e “L’alba dei morti viventi”, ma anche “Zombieland” e “30 giorni di buio”. Immancabili i classici di guerra come “Platoon” o “Full Metal Jacket”, oltre a roba più moderna del tipo “American Sniper”, “Black Hawk Down” e i documentari sulla guerra del golfo. Dobbiamo entrare nello spirito giusto per ciò che ci aspetta.

CONTINUA QUI: http://www.ilovezombie.it/2016/06/15/diga-zombie/